ENTRA

 











 


Slavia festival 1994, note illustrative al programma, Bologna, Accademia Filarmonica, 24 pp.

Servizio televisivo (Rete 7)
Real Player 80 Kbps 2.7 MB
Real Player 45 Kbps 1.5 MB


Slavia Festival 1994Con il patrocinio del Comune di Bologna, in collaborazione con l’Associazione Giovanile Musicale e l’Associazione Italia-Russia, L’ACCADEMIA FILARMONICA DI BOLOGNA organizza una rassegna intitolata ‘Festival Musicale Slavia’, il cui intento è promuovere una maggiore conoscenza del vasto patrimonio musicale prodotto nell’Est europeo. Tutti i concerti si terranno nella Sala Mozart dell’Accademia Filarmonica di Bologna in via Guerrazzi 13. Complessivamente verranno proposti cinque concerti, diverse conferenze tenuti da musicologi esperti del periodo storico e un Concorso di Analisi Musicale sul tema ‘La Sonata pianistica in Russia e in Ucraina nel periodo 1890/1930’, promosso dalla citata Associazione Italia-Russia in collaborazione con l’Accademia Filarmonica e l’A.Gi.Mus. Basta gettare un occhio sui nomi dei componenti della commissione incaricata di esaminare il materiale per rendersi conto dell’importanza e del prestigio dell’evento: Piero Rattalino, uno dei maggiori storici della musica per pianoforte a livello internazionale i docenti universitari Loris Azzaroni e Mario Baroni, Marco de Natale e Paolo Troncon. Ma veniamo in breve ai concerti. Si parte il 6 novembre con composizioni pianistiche di Nikolaj Roslavec (del quale quest’anno ricorre il 100 anniversario della morte) eseguite da Massimiliano Damerini; il concerto sarà preceduto da una conferenza sulla vita e l’opera del compositore tenuta dal musicologo Detlef Gojowy. Il 12 novembre successivo, sarà invece il turno del Quartetto Ethos a cimentarsi in brani composti a più mani nell’ambito del circolo Belaev di San Pietroburgo, che tra i soci comprendeva, accanto a musicisti celebri come Rimskij-Korsakov, Skrjabin e Glazunov, altri meno noti come Nikolaj Arcybusev, Nikolaj Sokolov, Feliks Blumenfel’d e Jazeps Vitols. All’opera pianistica di Leopold Godowsky polacco naturalizzato americano, dedicherà il suo recital il 19 novembre la bravissima Luisa Fanti, concertista ormai nota in città per le diverse apparizioni nelle principali rassegne e specialista in questo particolare repertorio. Brani di musicisti russi degli anni ‘20 come Evseev, Dzegelonk, Sensin e Polovinkin saranno al centro dell’esibizione, il 27 novembre di Marino Cerutti mentre concluderà il ciclo sabato 3 dicembre un originalissimo concerto di Stefano Malferrari (pia­noforte) assieme a Davide Amadei (voce recitante): in programma le ‘51 Minitudes’ di Nicolas Slonimiskij, autore nato nel 1894 e tuttora vivente, amico e biografo dei maggiori compositori del Novecento. Si tratta di musica caricaturale a lui dedicata anche per onorare il suo Centesimo compleanno.

Cliccare qui per richiedere il programma completo.

 

Indice | Studi | Composizioni | Scritti musicologici
Promozione culturale | Direzione d'orchestra
Mostre | Convegni | Rassegne musicali | Links

Via Pontevecchio 16, 40139, Bologna (Italia)
Tel. 051 546682
E-mail

© Copyright 2002 Luigi Verdi

script type="text/javascript" language="JavaScript" SRC="http://codicepro.shinystat.it/cgi-bin/getcod.cgi? USER=manteiner&P=1">